Test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Un test di tolleranza al glucosio orale eseguito durante la gravidanza consiste nel determinare i livelli di glucosio plasmatico a digiuno una e due ore dopo un carico di carboidrati per diagnosticare un disturbo del metabolismo dei carboidrati (diabete gestazionale).

  • Test di tolleranza al glucosio orale (PHTT)
  • Test di tolleranza al glucosio
  • Campione con 75 grammi di glucosio
  • Test di tolleranza al glucosio (GTT)
  • Test di tolleranza al glucosio orale (OGTT)

Metodo UV enzimatico (hexokinase).

Mmol / l, mg / dl (mmol / l * 18.02 = mg / dl).

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi allo studio?

  • Un test di tolleranza al glucosio orale durante la gravidanza deve essere eseguito al mattino su uno sfondo di almeno 3 giorni di nutrizione illimitata (oltre 150 g di carboidrati al giorno) e normale attività fisica.
  • Il test dovrebbe essere preceduto dal digiuno notturno per 8-14 ore (puoi bere acqua).
  • L'ultimo pasto serale dovrebbe contenere 30-50 g di carboidrati. Non bere alcolici 10-15 ore prima del test.
  • Non fumare la sera prima e dopo il test..

Quando non è possibile eseguire un test di tolleranza al glucosio orale durante la gravidanza?

  • Sullo sfondo di qualsiasi malattia acuta, inclusa quella infettiva.
  • Sullo sfondo di assumere farmaci che aumentano il livello di glicemia (glucocorticoidi, ormoni tiroidei, tiazidi, beta-bloccanti). È necessario (preferibilmente) cancellarli 3 giorni prima del test.
  • Con un'età gestazionale superiore a 32 settimane.
  • Con un'età gestazionale da 28 settimane a 32 settimane, la consegna di PGTT è rigorosamente secondo la testimonianza del medico.

Panoramica dello studio

Dopo aver prelevato sangue a stomaco vuoto, il soggetto del test deve bere 75 g di glucosio anidro o 82,5 g di glucosio monoidrato sciolto in 250-300 ml di acqua in non più di 5 minuti. Durante il test, il fumo e l'attività fisica attiva non sono ammessi. Dopo 1 e 2 ore, viene prelevato un secondo campione di sangue. Va ricordato che se il livello di glicemia a digiuno supera 5,1 mmol / l, il test di tolleranza al glucosio orale durante la gravidanza non viene eseguito, poiché tale livello di glucosio nel sangue è esso stesso uno dei criteri per la diagnosi del diabete gestazionale.

Un test di tolleranza al glucosio orale durante la gravidanza consente di diagnosticare una violazione del metabolismo dei carboidrati durante la gravidanza (diabete mellito gestazionale), ma una diagnosi finale è possibile solo dopo la consultazione obbligatoria di un endocrinologo.

Quando è programmato uno studio?

  • In caso di dubbi valori di glicemia per chiarire lo stato del metabolismo dei carboidrati durante la gravidanza.

Cosa significano i risultati??

CRITERI DIAGNOSTICI DEI DIABETE MELLITUS E ALTRI DISTURBI DELLA GLICEMIA (OMS, 1999-2013)

Tempo di determinazione

Concentrazione di glucosio, mmol / l (plasma venoso)

Cause di aumento della glicemia:

  • disturbi del metabolismo dei carboidrati (diabete mellito gestazionale);
  • risultato falso positivo: una recente malattia acuta o recente, un intervento chirurgico o qualche altra situazione stressante, l'assunzione di farmaci che aumentano la glicemia (glucocorticoidi, ormoni tiroidei, tiazidi, beta-bloccanti).

Ragioni per abbassare i livelli di glucosio nel plasma sanguigno:

  • assunzione di farmaci che riducono il livello di glicemia (insulina, vari farmaci che riducono lo zucchero);
  • insulinoma;
  • fame eccessiva;
  • intensa attività fisica alla vigilia del test.

Quali test è consigliabile superare con qualsiasi risultato positivo del test di tolleranza al glucosio orale:

1. Al fine di chiarire la gravità dei disturbi del metabolismo dei carboidrati:

Letteratura

  • Raccomandazioni cliniche "Algoritmi per cure mediche specializzate per pazienti con diabete". A cura di I.I. Dedova, M.V. Shestakova, A.Yu. Mayorova 8th edition, M., 2017.
  • Definizione e diagnosi di diabete mellito e iperglicemia intermedia. Rapporto di una consulenza dell'OMS / IDF.2006.
  • Raccomandazioni per diabete, prediabete e malattie cardiovascolari. EASD / ESC, Russian Journal of Cardiology 2014; N. 3 (107): 7-61.
  • Diabete mellito gestazionale: diagnosi, terapia, monitoraggio postpartum. Raccomandazioni cliniche (protocollo) del Ministero della Salute della Federazione Russa. M., 2014.

A chi e perché viene prescritta la GTT durante la gravidanza? Regole per il passaggio dell'analisi e della decodifica dei risultati

Le statistiche dicono che nel 14% delle dottoresse diagnosticano il cosiddetto "diabete gestazionale", caratterizzato da un aumento della glicemia. Questa condizione può provocare aborto, parto prematuro o prolungato, patologia nello sviluppo del bambino. Al fine di prevenire tali complicazioni, in tempo per vedere il problema della birra, le donne incinte vengono inviate per la consegna di GTT.

Cos'è?

GTT (test di tolleranza al glucosio) è un esame del sangue di laboratorio per il glucosio in esso prima e dopo un carico di carboidrati, che consente di determinare la suscettibilità del corpo a questa sostanza. In diverse fonti puoi trovare un'altra abbreviazione per PGTT (test di tolleranza al glucosio orale): i nomi sono diversi, ma l'essenza è la stessa. La parola "orale" chiarisce che il carico di carboidrati è prodotto dall'assunzione orale (dalle parole latine per os - per via orale) di soluzione di glucosio.

Quando e perché PGTT è prescritto per le donne in gravidanza??

La GTT è in grado di rilevare disturbi del metabolismo dei carboidrati, determinare lo stato di prediabete di una donna incinta o diagnosticare la malattia stessa.

La gravidanza è un periodo durante il quale c'è una ristrutturazione all'interno del corpo, che può influenzare il lavoro di qualsiasi organo o sistema.

Succede che il glucosio, entrando nel corpo di una futura madre con il cibo, cessa di essere regolato dagli ormoni pancreatici (insulina e glucagone).

Ciò è causato dalla destabilizzazione del funzionamento di questo corpo, provocato da un carico aggiuntivo dovuto alla posizione "interessante" di una donna, quando il corpo inizia a lavorare "per due".

Il metabolismo dei carboidrati è compromesso e la donna incinta sviluppa diabete gestazionale, una condizione caratterizzata da un aumento dello zucchero nel sangue, che inizia ad aumentare solo durante le aspettative del bambino e di solito diminuisce ai livelli normali dopo il parto.

La GTT viene eseguita dalle 16 alle 24 settimane se la donna incinta fa parte del "gruppo a rischio" per lo sviluppo del diabete mellito, vale a dire:

  • Il diabete gestazionale è stato segnalato in precedenti gravidanze..
  • La presenza di diabete in qualsiasi parente di sangue.
  • La gravidanza passata si è conclusa con la nascita di un bambino grande (da 4 kg) con spalle larghe e una grande circonferenza della pancia.
  • In passato si sono verificate gravidanze congelate, aborti spontanei o parto di morti.
  • Con la futura obesità della madre, se il suo indice di massa corporea supera i 30.
  • Età dei genitori - dai 40 anni in su.
  • La manifestazione di sintomi clinici del diabete.

Le ricerche precedenti non forniranno informazioni accurate, poiché la resistenza all'insulina inizia a formarsi solo nel 2 ° trimestre. A volte i medici prescrivono questa analisi anche a partire da 12 settimane, ma solo se, con biochimica delle urine e del sangue, il livello di zucchero era elevato.

La seconda fase dell'esame è prescritta a tutte le donne a 24-28 settimane, ma non oltre la 32a: l'assunzione di glucosio aggiuntivo alla vigilia del parto può essere pericolosa per la futura mamma e il suo bambino all'interno.

Come passare?

Affinché i risultati siano affidabili, una donna incinta deve prepararsi adeguatamente per il prelievo di sangue:

  • il sangue viene donato al mattino (dalle 8.00 alle 10.00) rigorosamente a stomaco vuoto: l'ultimo pasto dovrebbe essere entro e non oltre 10 ore prima della chiusura, ma il periodo senza cibo non deve superare le 14 ore;
  • è consentito solo bere acqua non gassata pulita, mentre altre bevande (tè, caffè, succhi di frutta) non sono consentite;
  • non dovresti usare farmaci, vitamine alla vigilia: possono apportare correzioni indesiderate ai risultati;
  • 3 giorni prima del prelievo di sangue, non è consigliabile modificare la dieta: mangiare piatti esotici o qualcosa che non è caratteristico della dieta di una donna incinta;
  • almeno 150 g di carboidrati al giorno devono essere consumati entro 3 giorni prima del prelievo di sangue e almeno 40-50 g di carboidrati durante la cena alla vigilia del giorno di analisi;
  • superlavoro fisico, esplosioni di emozioni (soprattutto negative) un giorno prima del test di tolleranza al glucosio è inaccettabile.

La stessa procedura di prelievo di sangue secondo la tecnica Salivan prevede 3 fasi:

  1. Mezz'ora prima del test, una donna deve sedersi o sdraiarsi e rilassarsi completamente. Un operatore sanitario preleva il sangue dalla vena cubitale, che viene immediatamente inviato per l'esame.
  2. La seconda recinzione viene creata dopo che un "carico di glucosio" viene somministrato al corpo della donna incinta. La futura mamma in 5-7 minuti dovrebbe bere una soluzione di zucchero (75 g di glucosio per 250 ml di acqua) e rimanere in posizione seduta o sdraiata per un'ora, al termine della quale viene nuovamente prelevato il sangue.
  3. 2 ore dopo aver bevuto la soluzione, viene eseguito un altro prelievo di sangue di controllo, che darà al medico la possibilità finale di stabilire la diagnosi corretta.

Una porzione di glucosio di 75 grammi può essere confrontata con la quantità di zucchero ottenuta dopo aver servito un pancake con marmellata. GTT è un metodo di ricerca assolutamente sicuro, sia per la futura mamma che per il bambino nell'utero.

Norma e interpretazione dei risultati

Il triplo prelievo di sangue consente di osservare come il livello di zucchero nel sangue di una donna cambia sotto l'influenza dell'assunzione di glucosio. Idealmente, il livello di zucchero nel sangue donato al mattino a stomaco vuoto dovrebbe essere normale e dopo 3 campionamenti - mostrare una tendenza al ribasso.

  1. 5,1 mmol / le sotto - quell'indicatore di zucchero, che dovrebbe essere normale quando si dà sangue a stomaco vuoto.
  2. Dopo un "cocktail dolce" ci sarà un salto nella glicemia - e questo è normale per un corpo sano, ma l'indicatore non dovrebbe superare i 10 mmol / l (60 minuti dopo l'acqua con glucosio).
  3. 120 minuti dopo aver bevuto acqua dolce, il livello di zucchero dovrebbe iniziare a diminuire. Il terzo prelievo di sangue dovrebbe fornire un indicatore di 8,4 mmol / L e inferiore.

Un medico può stabilire il diabete gestazionale se:

  1. con la donazione di sangue mattutina, il livello di glucosio fornirà un indicatore nella regione di 5,2 - 6,9 mmol / l;
  2. dopo aver assunto una dose di glucosio - 10 mmol / le oltre;
  3. dopo 2 ore - un risultato con un indicatore nell'intervallo da 8,5 mmol / le oltre.

Controindicazioni

GTT è consigliabile non per tutti. Una futura madre non dovrebbe donare sangue se:

  • intolleranza al glucosio individuale;
  • un aumento dei livelli di glucosio è stato rilevato al primo campionamento (7 mmol / L e superiore);
  • malattie del tratto gastrointestinale (ulcera gastrica, gastrite, colecistite, morbo di Crohn, sindrome da dumping);
  • pancreatite (in forma acuta o cronica);
  • la presenza di malattie infiammatorie o infettive (un comune raffreddore può distorcere il quadro);
  • tossicosi grave;
  • con una diminuzione dell'attività motoria fino al riposo a letto;
  • dopo una storia di resezione di stomaco;
  • 3 trimestre di gravidanza.

Identificare il diabete gestazionale non è una frase. Di solito, con questa diagnosi, la donna incinta viene assegnata per 37-38 settimane e dopo 6 settimane viene eseguito un test di tolleranza al glucosio ripetuto, che segnerà tutti i.

Video utile

Ti offriamo un video su cosa sia un'analisi GTT e su come viene eseguita durante la gravidanza:

Test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza. Come fare un'analisi di GTT?

Nel corpo di una donna che porta il cuore di un bambino, a volte si verificano cambiamenti cardinali che possono influenzare negativamente la sua salute e il suo benessere. Oltre a tossicosi, edema, anemia e altri problemi, possono verificarsi anche disturbi del metabolismo dei carboidrati, classificati come diabete gestazionale (GDM). Il test di tolleranza al glucosio in gravidanza aiuta a identificare o escludere tali condizioni..

Indicazioni e controindicazioni

Secondo i protocolli del Ministero della Salute, questo studio dovrebbe essere condotto da tutte le future mamme per un periodo da 24 a 28 settimane. La più importante è l'analisi della curva dello zucchero durante la gravidanza per le donne a rischio. Ad esempio, se la famiglia ha registrato casi di diabete o se la paziente stessa ha già avuto problemi con il metabolismo dei carboidrati. Vale la pena esaminare le donne incinte nelle cui analisi delle urine viene rilevato il glucosio. Anche le donne in sovrappeso sono a rischio..

Un test per la tolleranza al glucosio (GTT) in donne in gravidanza con fattori di rischio viene eseguito immediatamente dopo la registrazione, quindi di nuovo da 24 a 28 settimane.

La direzione per l'esame è data dal medico curante, indicando il dosaggio di monosaccaride. Esistono numerose controindicazioni alla GTT:

  • Il carico di glucosio è controindicato nelle donne il cui zucchero nel sangue a digiuno supera 7,0 mmol / L (5,1 mmol / L in alcuni laboratori).
  • Non eseguire il test in pazienti di età inferiore a 14 anni.
  • Nel terzo trimestre, dopo un periodo di gestazione di 28 settimane, un carico di carboidrati è un pericolo per il feto, quindi viene eseguito rigorosamente secondo la testimonianza del medico. Dopo 32 settimane, mai assegnato.
  • Non viene eseguito un test per processi infiammatori, infezioni, esacerbazione della pancreatite, sindrome da dumping.
  • Non ha senso condurre uno studio sulla tolleranza al glucosio compromessa sullo sfondo della farmacoterapia con farmaci che aumentano la glicemia.
  • Per le donne in gravidanza con grave tossicosi, il test è pericoloso con una serie di conseguenze. Un carico di carboidrati porta poche sensazioni piacevoli e può solo aggravare la nausea e altri sintomi..

Preparazione al test

Affinché i risultati del test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza siano affidabili, è necessario prepararsi adeguatamente per lo studio. È importante non cambiare la solita dieta per tre giorni prima della GTT, mangiare abbastanza alimenti a base di carboidrati. È richiesto anche il solito regime di attività fisica durante questo periodo. La sera prima del test di tolleranza al glucosio, puoi bere solo acqua per almeno 8 ore e non puoi mangiare cibo. È importante rinunciare all'alcool completamente 11-15 ore prima dello studio. È anche vietato fumare in questo momento. Almeno 30 g di carboidrati devono essere inclusi nell'ultimo pasto.

Se si rispettano alcune di queste regole obbligatorie, la consegna di GTT sarà normale e i risultati saranno affidabili. È meglio consultare il proprio medico in modo che spieghi in dettaglio come superare correttamente il test di due ore. Vale la pena consultarsi con lui sui probabili rischi, danni ai bambini non ancora nati, l'opportunità dello studio e la possibilità di abbandonarlo.

Procedura GTT

Come fare un test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza? Innanzitutto, dovresti prepararti adeguatamente per lo studio, osservando tutte le raccomandazioni del medico. Il test inizia con il fatto che il sangue viene prelevato dalla vena a stomaco vuoto per l'analisi e il livello di zucchero viene fissato, quindi viene eseguito un carico di carboidrati. Alcuni laboratori prelevano un campione di dito e misurano il glucosio usando le strisce reattive. Se l'indicatore ottenuto supera il valore di 7,5 mmol / l, non viene eseguito un carico di carboidrati.

L'opzione più semplice è il test di tolleranza al glucosio orale (PHTT), quando il paziente beve una soluzione di glucosio con acqua in 5 minuti. Secondo alcune indicazioni, quando un tale test è impossibile, ad esempio a causa di una grave tossicosi, il glucosio viene somministrato per via endovenosa. Il dosaggio del monosaccaride in diversi laboratori è diverso, accade 75 go 100 g. Il medico dovrebbe determinarlo.

Dopo un carico di carboidrati, lo zucchero viene misurato in due fasi: dopo 1 ora, quindi dopo 2 ore. È vietato fumare e aumentare l'attività fisica fino al completamento del test. Se i valori della curva dello zucchero durante la gravidanza sono al di fuori dell'intervallo normale, questo può essere un segno di diabete gestazionale. Tuttavia, una diagnosi definitiva può essere fatta solo dopo aver consultato un endocrinologo. Per chiarire la gravità di un disturbo del metabolismo dei carboidrati, viene prescritto un esame del sangue per l'emoglobina glicata.

Decodifica e interpretazione dei risultati

I criteri diagnostici per i disturbi glicemici sono stabiliti dall'OMS. Valori di glucosio nel plasma sanguigno da una vena (carico di 75 g):

  • a stomaco vuoto al mattino - meno di 5,1 mmol / l,
  • dopo 1 ora - meno di 10 mmol / l,
  • dopo 2 ore - meno di 8,5 mmol / l.

La violazione della tolleranza al glucosio (NTG) è determinata dai seguenti indicatori:

  • al mattino a stomaco vuoto - da 5,1 a 7 mmol / l,
  • o un'ora dopo un carico di carboidrati - 10 mmol / l o più,
  • o dopo due ore - da 8,5 a 11,1 mmol / l.

Livelli di carboidrati nel plasma sopra la norma indicano diabete gestazionale. Tuttavia, l'anomala curva dello zucchero durante la gravidanza è talvolta un risultato falso positivo associato a recenti interventi chirurgici, infezione acuta, assunzione di determinati farmaci e grave stress. Per evitare la diagnosi errata di tolleranza al glucosio compromessa, è necessario seguire le regole per la preparazione per i test e informare il medico sui fattori che possono distorcere i risultati.

Un chiaro indicatore del diabete è l'eccesso del bordo di 7 mmol / l nel campione prelevato a stomaco vuoto o il bordo di 11,1 mmol / l in qualsiasi altro campione.

Ne vale la pena accettare il test?

Superare un test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza è motivo di preoccupazione per molte donne. Le future madri hanno paura che ciò abbia un effetto negativo sul feto. La stessa procedura spesso porta disagio sotto forma di nausea, vertigini e altri sintomi. Per non parlare del fatto che è necessario allocare per un test di caricamento del glucosio almeno 3 ore al mattino, durante le quali non è possibile mangiare. Ecco perché spesso le donne in gravidanza hanno il desiderio di abbandonare lo studio. Tuttavia, dovresti capire che una tale decisione è meglio concordata con il tuo medico. Valuterà la fattibilità dello studio per vari fattori, tra cui quanto tempo dura la paziente, come procede la gravidanza, ecc..

A differenza di noi, in Europa e negli Stati Uniti lo screening del glucosio non viene eseguito da donne a basso rischio di sviluppare disturbi glicemici. Pertanto, il rifiuto dei test sembra giustificato per le donne in gravidanza che rientrano in questa categoria. Per rientrare nella definizione di basso rischio, tutte le seguenti affermazioni devono essere vere:

  • Non hai mai avuto una situazione in cui il test ha dimostrato che il livello di glucosio nel sangue è al di sopra del normale.
  • Il tuo gruppo etnico ha un basso rischio di diabete..
  • Non hai parenti di primo grado (genitori, fratello o figlio) con diabete di tipo 2.
  • Hai meno di 25 anni e peso normale..
  • Non hai avuto scarsi risultati GTT durante la tua precedente gravidanza.

Prima di interrompere il test, pensa alle conseguenze del diabete gestazionale non diagnosticato. Porta con sé un'alta incidenza di complicanze per il bambino e la madre stessa e aumenta il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 nelle donne in travaglio nel tempo.

Le statistiche dicono che circa il 7% delle donne nella situazione si trova ad affrontare un tale problema. Pertanto, se c'è anche la minima preoccupazione, è meglio determinare il profilo glicemico. Quindi, anche con tassi più elevati, gli sforzi dei medici possono ridurre al minimo i pericoli per la propria salute e lo sviluppo del bambino. Di solito sono raccomandate una dieta speciale per i disturbi della tolleranza al glucosio e una serie di prescrizioni individuali..

Test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Il test di tolleranza al glucosio o, come viene spesso chiamato "carico di zucchero", è uno dei metodi di esame specifici, che prevede la determinazione della tolleranza al glucosio nel corpo (leggi lo zucchero). Il test di tolleranza al glucosio rivela anche una tendenza al diabete mellito, così come il diabete mellito che procede in forma latente. E, di conseguenza, consente di intervenire tempestivamente e di prendere tutte le misure necessarie per eliminare la minaccia associata alla malattia.

Perché e chi potrebbe aver bisogno di un test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza?

Spesso, una donna riceve una direzione per un test di tolleranza al glucosio durante la gestazione, in questo caso, nella direzione in cui è elencata come GTT. La gravidanza è un periodo molto difficile per una donna, quando un aumento dello stress sul corpo può provocare un'esacerbazione di malattie esistenti o lo sviluppo di nuove malattie che possono farsi sentire esclusivamente durante la gestazione del bambino. Queste malattie comprendono il diabete gestazionale o il diabete delle donne in gravidanza: secondo le statistiche, circa il 14% delle donne in gravidanza è affetto da questa malattia.

La ragione per lo sviluppo del diabete gestazionale è una violazione della produzione di insulina, la sua sintesi nel corpo in quantità inferiori alle quantità necessarie. È l'insulina prodotta dal pancreas che è responsabile della regolazione dei livelli di zucchero nel sangue e del mantenimento del suo apporto (se non è necessario convertire lo zucchero in energia). Durante la gravidanza, man mano che il bambino cresce, il corpo ha normalmente bisogno di produrre più insulina del solito. Se ciò non accade, l'insulina non è sufficiente per la normale regolazione dello zucchero, aumentano i livelli di glucosio, che è il segno dello sviluppo del diabete nelle donne in gravidanza.

Una misura obbligatoria di un test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza dovrebbe essere per le donne:

  • che hanno sperimentato questa condizione in precedenti gravidanze;
  • con un indice di massa di 30 e superiore; che in precedenza aveva dato alla luce bambini grandi di peso superiore a 4,5 kg;
  • se una parente incinta ha il diabete.

Quando viene rilevato il diabete gestazionale, una donna incinta avrà bisogno di un migliore monitoraggio da parte dei medici.

Perché e in quali fasi della gravidanza viene eseguito un test di tolleranza al glucosio: come donare il sangue per il glucosio e come decifrare i risultati secondo la tabella

Mentre il bambino sta aspettando, si verificano cambiamenti globali nel corpo della futura mamma. Durante questo periodo, è importante monitorare attentamente i cambiamenti nello stato di salute e monitorare eventuali deviazioni. La medicina moderna offre molteplici trattamenti per prevenire potenziali problemi..

Test di tolleranza al glucosio in gravidanza

Test di tolleranza al glucosio: un esame importante per la futura mamma. Grazie ai risultati, il medico determina il rapporto tra glucosio nel sangue, questo aiuta a identificare una tendenza a determinate malattie e ne impedisce lo sviluppo. Quando viene eseguito il test? Come preparare?

Che cos'è un test di tolleranza al glucosio?

Il test di tolleranza al glucosio (GTT) è un esame per determinare la tolleranza dell'organismo al glucosio (zucchero), mostra se tutti i processi si verificano correttamente e rivela una predisposizione al diabete gestazionale. Assicurati di prescrivere per i pazienti a rischio:

  • con una gravidanza complessa;
  • avere il diabete mellito;
  • sovrappeso.

GTT è una procedura sicura per le donne durante il parto e il bambino.

Ma ci sono controindicazioni:

  • malattie renali ed epatiche;
  • in presenza di infezioni e malattie virali;
  • sindrome da dumping;
  • problemi al sistema endocrino;
  • quando si assumono determinati farmaci;
  • dopo 32 settimane.

Perché durante la gravidanza

La GTT è necessaria per determinare la predisposizione al diabete gestazionale, che si sviluppa durante la gravidanza. Il corpo viene riavviato e non può far fronte alle reazioni metaboliche; di conseguenza, la malattia si sviluppa. È pericoloso per una donna durante il parto e un bambino. Le caratteristiche della malattia sono l'assenza di sintomi, quindi è estremamente difficile notarlo senza condurre un esame. Se si ignora il trattamento, dopo la nascita del bambino, la malattia può trasformarsi in diabete mellito di tipo 2 manifest.

1 trimestre

Il primo trimestre è fondamentale, la posa e la formazione degli organi del bambino, i sistemi vitali avvengono. La placenta inizia a svilupparsi attivamente, ma non ha ancora elevate funzioni protettive, a causa delle quali elementi e sostanze dannosi possono arrivare al feto. Ecco perché nelle prime settimane è necessario ascoltare con particolare attenzione i segnali del corpo, eventuali cambiamenti.

GTT all'inizio della gravidanza no, è inutile. La resistenza all'insulina nelle donne in posizione aumenta solo nel mezzo del termine. Il medico può prescrivere la prima GTT a partire dalla sedicesima settimana di gravidanza.

Nel secondo trimestre

Il momento ottimale per la procedura. La gamma migliore è di 24-26 settimane di gestazione. Ma se ci sono alcuni fattori, è necessario un test precedente:

  • sovrappeso;
  • storia di gravidanze complesse;
  • zucchero nelle urine;
  • diabete in parenti stretti;
  • grande frutto;
  • aumento della glicemia.

Fai nel terzo trimestre

Nelle ultime settimane, la GTT viene eseguita rigorosamente come prescritto dal medico curante. Dopo 32 settimane, un carico extra di glucosio non è sicuro per il bambino, quindi questa è la scadenza..

Come prepararsi per le analisi

Il sangue venoso viene utilizzato per il test. Il paziente deve prepararsi per l'analisi.

Per diversi giorni prima di GTT, non puoi impegnarti in attività fisica che richiede molto sforzo.

Cosa non si può mangiare

Alla vigilia dell'esame, è necessario ridurre la quantità di cibi grassi. Ma, in generale, la dieta non dovrebbe essere cambiata molto, altrimenti potrebbe causare un risultato errato. La quantità di carboidrati consumata è di almeno 150 g al giorno. Otto ore prima del test, è vietato mangiare cibo, solo acqua naturale. Non sono ammessi alcolici o sigarette.

Quando affittano, a che ora del giorno

L'esame si svolge al mattino. La procedura richiede diverse ore, quindi è preferibile che a quest'ora del giorno.

Che settimana fa della gravidanza

Se la gravidanza è normale e la donna non ha problemi di salute, il test viene eseguito a metà del periodo nell'intervallo da 24 a 26 settimane, ma non oltre il 32. In caso di deviazioni o rischi, il medico può prescrivere un test di tolleranza al glucosio non prima di 16 settimane.

Quante volte durante la gravidanza devi fare

Il numero di procedure per il test del glucosio dipende dalle condizioni generali della donna in travaglio. Se in ordine, una volta è abbastanza. Se ci sono problemi o deviazioni, il medico prescrive esami per tutto il tempo necessario. Non prima della sedicesima settimana di gravidanza e non oltre il trentaduesimo.

Come è un esame del sangue per alterata tolleranza al glucosio

La procedura di esame prevede un paio di fasi:

  1. A stomaco vuoto prendono il sangue da una vena e fanno un'analisi. Se il glucosio è aumentato, il paziente ha il diabete gestazionale. Il test è finito e con i risultati dell'analisi, la donna in travaglio viene inviata al medico curante.
  2. Quando il risultato è soddisfacente, gli indicatori sono normali, quindi il paziente deve bere un bicchiere di glucosio (75 g di glucosio secco viene diluito con acqua calda 200-300 ml). Un'ora dopo, il medico prende di nuovo il sangue da una vena.
  3. Se gli indicatori sono stabili e non superano la norma consentita, il test può essere ripetuto in due, tre ore - questo si chiama test O´Salivan..

I risultati dello studio sono immediatamente riportati al paziente..

Se la GTT è abbassata: ragioni

Anche un indicatore basso non è la norma ed è pericoloso per una donna e un bambino. Il glucosio svolge un ruolo importante nell'alimentazione, pertanto, durante la gravidanza, gli indicatori vengono periodicamente controllati. Lo zucchero basso è raro, chiamato glycemia, questo contribuisce a:

  • tossicosi grave;
  • malnutrizione;
  • disturbi nel tratto digestivo.

Cosa fare se una norma aumentata di GTT

Con un indicatore aumentato di glucosio in gravidanza, è necessario monitorare costantemente la quantità di zucchero nel sangue, aderire a una dieta ed eseguire esercizi fisici speciali. A volte al paziente viene prescritta la terapia insulinica.

Dieta per diabete gestazionale:

  • bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno;
  • sono proibiti cibi fritti, dolci, piccanti e grassi;
  • escludere fast food;
  • Non usare salse: maionese, ketchup;
  • concentrarsi su alimenti contenenti fibre;
  • carne magra consigliata: tacchino, pollo;
  • pasti divisi per 5-6 volte, tre pasti principali e snack.

Decodifica degli indicatori secondo la tabella

Concentrazione di glucosio nel sangue venoso intero mg / dlSangue capillare interoPlasma venoso
Diabete
A stomaco vuoto> 6.1 (110)> 6.1 (110)> 7.0 (126)
Due ore dopo l'assunzione di glucosio> 10,0 (180)> 11,1 (200)> 11,1 (200)
Compromissione della tolleranza al glucosio
A stomaco vuoto7,8 (140) 7,8 (140) 5,6 (100) 6,1 (110)

Cosa fare

Con il diabete gestazionale, una donna ha bisogno di visitare regolarmente un medico e fare test per controllare la glicemia, oltre a questo:

  • dieta bilanciata;
  • moderata attività fisica;
  • controllo della pressione arteriosa;
  • aderenza alla routine quotidiana e stile di vita sano.

In alcuni casi, è necessaria l'adozione di medicinali, il medico curante li prescrive. La futura mamma può assumere insulina, ma è anche strettamente sulla raccomandazione ed è assolutamente necessario misurare la quantità di glucosio con un apparecchio speciale: un glucometro.

Momenti pericolosi

L'alto glucosio è pericoloso durante la gravidanza, sia per le donne che per i bambini. Provoca le seguenti malattie e anomalie nel feto:

  • ipossia, insufficienza respiratoria;
  • ittero;
  • mancanza di magnesio e calcio nel sangue;
  • violazione delle proporzioni;
  • frutta di grandi dimensioni.

Per una donna in travaglio, la malattia è pericolosa:

  • polidramnios;
  • complicanze durante la gravidanza;
  • violazione delle funzioni del sistema cardiovascolare;
  • provoca lo sviluppo di malattie infettive del tratto genitale, che influenza lo sviluppo intrauterino del bambino;
  • aborto spontaneo, parto prematuro;
  • diabete postpartum.

A causa del fatto che, sostanzialmente, il feto è più grande della norma, il parto è possibile solo con l'aiuto di un bagliore cesareo.

Uno dei punti importanti è la condizione del paziente dopo il parto. È necessario monitorare attentamente gli indicatori di glucosio per prevenire lo sviluppo del diabete.

Generare un figlio è un periodo difficile e difficile nella vita di una donna. È importante prestare attenzione alla salute in modo tempestivo e non ignorare le raccomandazioni del medico, sottoporsi alle procedure prescritte. Test di tolleranza al glucosio - uno dei più importanti, sicuro per la futura mamma e bambino.

Test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza

La gravidanza è una condizione speciale per il corpo femminile. Il mutato background ormonale contribuisce alle fluttuazioni del livello di glucosio (zucchero) nel sangue anche in future madri completamente sane. Questo articolo aiuterà le donne a capire cos'è un test di tolleranza al glucosio e perché viene eseguito..

Cos'è?

Per il normale funzionamento del corpo di una donna incinta e del suo bambino non ancora nato, un livello costante di glucosio nel sangue è molto importante. Questa sostanza è coinvolta in tutti i processi metabolici. Il lavoro delle cellule muscolari e del cervello dipende direttamente dallo zucchero nel sangue.

La gravidanza è un momento in cui una grande varietà di ormoni "rabbia" nel corpo femminile. Questo è un periodo davvero unico, dal momento che un gran numero di sostanze ormonali completamente nuove compaiono nel sangue periferico. Questa condizione può portare al fatto che il sistema endocrino inizia a funzionare in una "modalità speciale". Contribuisce a un cambiamento significativo nel livello di alcuni ormoni e sostanze biologicamente attive. Questa situazione si applica anche alla glicemia..

Un aumento del contenuto di zucchero nel sangue periferico è un pericolo per il feto. Se nel sangue della futura mamma ci sono segni di iperglicemia (alto glucosio), questo può portare allo sviluppo del diabete e di altre patologie endocrinologiche ugualmente pericolose in lei e nel suo bambino in futuro.

Il test di tolleranza al glucosio (GTT) è uno studio unico che consente di stabilire livelli accurati di glucosio nel sangue periferico di una futura madre. È prescritto a tutte le donne in gravidanza con determinate condizioni mediche per stabilire i primi segni del diabete gestazionale. Questa patologia appare per la prima volta solo durante la gravidanza ed è associata a uno sfondo ormonale disturbato..

Effettuare un test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza rivela anche segni "nascosti" di un aumento della glicemia che una futura madre ha.

Quando è richiesta l'analisi?

Un test di tolleranza al glucosio deve essere eseguito per tutte le donne in gravidanza. Endocrinologi e ostetrici-ginecologi di diversi paesi affermano che l'incidenza del diabete gestazionale aumenta costantemente ogni anno. Questo spiega l'importanza di condurre un simile test nelle future mamme.

Va notato che è abbastanza facile da eseguire. Il test di tolleranza al glucosio è molto conveniente e non richiede alcun apparato complesso per la sua condotta..

Inoltre, i medici evidenziano diverse situazioni cliniche quando è necessario condurre uno studio di questo tipo.

Controindicazioni

Il test di tolleranza al glucosio, come qualsiasi altro test di laboratorio, ha non solo indicazioni per la sua condotta, ma anche alcune limitazioni. Molte madri hanno paura di questo studio e provano a rifiutarsi di sottoporsi. I medici non si stancano di spiegare loro che non dovresti aver paura di questo test di laboratorio. Non farà alcun danno alla futura madre, né al suo bambino. Non è possibile contrarre il diabete dopo un test di tolleranza al glucosio.

Esistono diverse situazioni cliniche quando questo studio non viene condotto. In questo caso, il rischio di sviluppare possibili effetti avversi aumenta in modo significativo. Molte di queste situazioni cliniche sono temporanee. In questo caso, il test potrebbe essere leggermente ritardato..

La conduzione di uno studio non vale la pena quando:

  • decorso acuto di malattie infettive. Una grave infiammazione nel corpo è una controindicazione significativa per l'esecuzione di questo metodo. In questo caso, un test di tolleranza al glucosio può essere eseguito dopo che la mamma si è ripresa da un'infezione virale o batterica;
  • età gestazionale a 32 settimane. L'ultimo trimestre di trasporto di un bambino non è il momento migliore per condurre un test del genere. Il rischio di risultati falsi positivi durante questo periodo è estremamente elevato. In questo caso, lo screening per il diabete mellito e vari disturbi del metabolismo del glucosio viene effettuato nella madre e nel bambino dopo il parto;
  • esacerbazione di cronica o attacco di pancreatite acuta. Questa condizione patologica è accompagnata da gravi disturbi funzionali causati dall'infiammazione del pancreas. Nel periodo acuto di questa malattia nel sangue, aumenta non solo il numero di enzimi biologicamente attivi, ma anche il contenuto di glucosio e insulina cambia in modo significativo. Sarebbe meglio condurre un test di tolleranza al glucosio dopo il cedimento di un tale attacco;
  • alcune malattie del sistema endocrino. Il grave decorso della malattia di Cushing, ipertiroidismo clinicamente attivo, acromegalia sono controindicazioni mediche per lo studio;
  • uso forzato prolungato di determinati farmaci. L'assunzione di glucocorticosteroidi ed estrogeni può portare a risultati falsi positivi. Ciò può distorcere la corretta interpretazione dell'analisi..

Attualmente, in qualsiasi farmacia vicino alla casa ci sono diversi dispositivi in ​​vendita: i glucometri. Rilevano lo zucchero nel sangue capillare. Tale dispositivo è necessario per ogni famiglia. Sarà sicuramente necessario anche nei casi in cui uno dei parenti stretti ha il diabete.

Recensioni di alcune madri su Internet indicano che hanno provato a condurre un test di tolleranza al glucosio da soli. Non dovresti farlo subito per molte ragioni! Tale studio, condotto a casa, sarà inaccurato e non darà un risultato affidabile dopo il test. Vale anche la pena notare che spenderlo a casa in alcuni casi è estremamente pericoloso. Eseguire il test di tolleranza al glucosio è necessario solo in un istituto medico sotto la supervisione di specialisti.

La condotta incontrollata di tale test può persino portare al fatto che è necessario chiamare urgentemente un team medico di emergenza. Alcune mummie commettono un errore significativo in quanto possono sostituire il glucosio con il cioccolato o un pasto normale. Questo è un grosso errore. In questo caso, è quasi impossibile ottenere il risultato accurato necessario..

Metodologia

Questo test di laboratorio può essere eseguito in vari modi. Il metodo standard è un test orale con 75 g di glucosio. Durante lo studio, una donna incinta dovrebbe essere in una struttura medica per 2-2,5 ore. Ciò fornisce una caratteristica della tecnologia di questo studio..

Molto spesso, a una donna incinta viene chiesto di sedersi nel corridoio se l'esame viene effettuato in una normale clinica. Le cliniche frequenti offrono ai visitatori condizioni più confortevoli. Durante l'analisi, la futura mamma può aspettare in una stanza speciale. Per un passatempo più comodo, di solito c'è una TV. È meglio passare il tempo tra il prelievo di sangue per l'analisi lo stesso, leggendo un libro.

Il test di tolleranza al glucosio verrà effettuato in più fasi. La prima volta che il sangue viene prelevato da una vena al mattino. Per fare questo, la futura mamma deve venire in clinica rigorosamente a stomaco vuoto. È severamente vietato mangiare immediatamente prima dello studio.

I medici stabiliscono l'intervallo di tempo necessario per quante ore non è possibile mangiare cibo prima dell'analisi. Di norma, sono dalle 8 alle 14 ore. Questo è il momento necessario per ottenere risultati affidabili in futuro. Non è richiesto un digiuno più lungo, poiché questa condizione può portare a una pronunciata riduzione del glucosio nel sangue periferico.

La procedura principale del test è che una donna incinta sarà chiamata a bere un bicchiere di glucosio. Ha un sapore dolce, molto piacevole. Attualmente, ci sono vari metaboliti del glucosio che possono essere usati per eseguire questo test. Uno di questi agenti è monoidrato. Se i metaboliti del glucosio vengono somministrati per via orale per iniezione, il dosaggio in questo caso cambia in modo significativo.

Dopo che una donna incinta ha bevuto un bicchiere di glucosio, viene prelevato del sangue per determinarne il glucosio altre 4 volte, ogni 30 minuti. Per valutare il risultato in futuro, vengono utilizzati tutti i valori ottenuti. In alcuni casi, la ricerca può essere condotta in modo diverso..

In questo caso, il sangue venoso viene prelevato per l'analisi immediatamente e 2 ore dopo il primo campionamento. È importante notare che in questo caso possono apparire risultati falsi positivi..

In alcuni laboratori, per migliorare il gusto di una tale soluzione dolce diagnostica, viene aggiunto un po 'di succo di limone. Ciò non influisce sul risultato, ma può ridurre significativamente la nausea durante questo studio. Alcune mummie, arrivando a questo studio in clinica, portano con sé una fetta di limone. L'acido citrico è particolarmente buono per le future mamme che hanno una grave gestosi o un aumento del riflesso del vomito..

Attualmente, il sangue capillare non viene prelevato dal dito per l'analisi. Un risultato più affidabile aiuta ad ottenere sangue venoso. Mostra una concentrazione più accurata di glucosio nel corpo. Nel sangue capillare, si verifica la miscelazione con la linfa, che porta a un risultato in qualche modo inaffidabile..

Il prelievo di sangue da una vena è attualmente molto sicuro. Molte future madri portano questo studio abbastanza tranquillamente. Il prelievo di sangue da una vena viene effettuato da loro, di regola, molto più facile delle frequenti forature delle dita. Gli aghi sottili utilizzati per eseguire questa analisi non causano alcun dolore..

Per lo studio vengono utilizzati tubi a vuoto speciali. Ti consentono di prelevare rapidamente un po 'di sangue venoso per l'analisi. Questa caratteristica è dovuta alla differenza di pressione tra l'interno del tubo e l'ambiente esterno..

La sicurezza del prelievo di sangue con tali siringhe sotto vuoto è piuttosto ampia, poiché vengono utilizzati solo strumenti medici monouso.

All'interno dei tubi in cui viene raccolto il sangue, ci sono sostanze chimiche speciali che impediscono l'ossidazione del sangue. Questi agenti aiutano anche a mantenere una certa concentrazione di glucosio per qualche tempo. Il loro utilizzo consente di ottenere un risultato abbastanza affidabile. In alcune situazioni, è possibile condurre una determinazione simultanea del livello di emoglobina glicata.

Per ottenere un risultato, una provetta con sangue venoso viene posizionata con un apparecchio speciale - un analizzatore. Gli strumenti moderni utilizzati per questo test sono ora completamente automatici. Consentono di ottenere risultati non solo accurati, ma anche molto affidabili. Tuttavia, in alcuni casi sono ancora possibili errori tecnici. Questo di solito accade più spesso se il tecnico non preleva correttamente un campione di sangue..

Formazione

Prima di effettuare questa analisi di laboratorio, tutte le future mamme devono ricevere raccomandazioni. La conformità ad essi è necessaria per ottenere un risultato più affidabile. Va ricordato che se i parametri del test di tolleranza al glucosio ottenuti risultano inaffidabili, in questo caso il medico prescriverà un secondo studio.

Per evitare ciò, è ancora necessario eseguire attentamente la preparazione necessaria prima della prova.

Una varietà di fattori può influenzare risultati accurati. Bere anche una piccola quantità di bevande alcoliche può causare una distorsione del risultato. Per ottenere valori più accurati alla vigilia dello studio, è necessario escludere anche l'uso di tinture medicinali alcoliche. Se una donna incinta abusa di sigarette, va notato che è severamente vietato fumare alla vigilia e immediatamente prima di tale procedura diagnostica.

Le malattie infettive acute o le esacerbazioni delle malattie croniche degli organi interni, accompagnate da un aumento della temperatura corporea, portano al fatto che i risultati dello studio sono significativamente distorti. 2-3 giorni prima di eseguire questo test di laboratorio, l'attività fisica deve essere esclusa. Anche una banale pulizia dell'appartamento può portare al fatto che i risultati possono essere notevolmente distorti.

Se lo studio viene condotto nella stagione calda, il risultato di tale test potrebbe essere distorto. La disidratazione provoca spesso anche distorsione dei risultati..

Per evitare ciò, prima di eseguire un test di tolleranza al glucosio, la futura madre dovrebbe osservare il solito regime di consumo fisiologico.

Un grave stress psico-emotivo pochi giorni prima del test di laboratorio può portare a risultati distorti. In questo caso, è possibile ottenere risultati sia falsi positivi che falsi negativi. I medici raccomandano che una donna incinta non si innervosisca prima di eseguire questo test e cercare di essere il più calmo possibile..

Tasso di analisi

Test di tolleranza al glucosio elevato (PHTT) può verificarsi in varie situazioni cliniche. Se durante lo studio sono stati rilevati aumenti persistenti dei livelli di glucosio, il test deve essere ricontrollato. Solo allora i medici possono stabilire una diagnosi di diabete gestazionale. Anche la donazione di sangue per la ricerca dovrebbe essere più volte, come richiesto dalla metodologia per eseguire questo test.

Il diabete gestazionale è una malattia estremamente sfavorevole con un progressivo aumento dei sintomi avversi. La falsa diagnosi eccessiva in questo caso può portare al fatto che alla donna incinta verranno prescritti farmaci che porteranno a effetti indesiderati. Solo un endocrinologo può diagnosticare il diabete gestazionale. Per fare ciò, può inviare la futura madre al laboratorio per la consegna e altri test di laboratorio di supporto.

Normalmente, la glicemia a digiuno dovrebbe essere inferiore a 5,1 mmol / L. Dopo 60 minuti, il livello di zucchero non deve superare i 10 mmol / L. 2 ore dopo lo studio, i suoi valori nel sangue di una donna incinta in buona salute non superano 8,5 mmol / l.

Decifrare i risultati

I medici identificano diversi criteri che indicano la presenza di segni di diabete gestazionale nel corpo di una futura madre. In questo caso, il glucosio a digiuno è compreso tra 5,1 e 6,9 ​​mmol / L. Dopo 55-60 minuti, i suoi valori aumentano sopra 10 mmol / L. Dopo un paio d'ore, i valori di zucchero nel sangue periferico raggiungono valori compresi tra 8,5 e 11 mmol / l.

Ci sono situazioni cliniche in cui la formulazione del diabete gestazionale è in qualche modo più semplice. In questo caso, il livello di glucosio a digiuno dovrebbe essere superiore a 7 mmol / L. Dopo aver consumato una soluzione di zucchero, lo zucchero nel sangue supera gli 11 mmol / L. I medici considerano questa condizione come una manifestazione sorprendente del diabete..

Se un aumento dei valori del test di tolleranza al glucosio si è verificato solo durante la gravidanza, questa condizione patologica è chiamata diabete mellito gestazionale. È importante notare che le deviazioni rilevate possono tornare alla normalità dopo la nascita del bambino. Una tale condizione transitoria dovrebbe essere un'occasione per la mamma di controllare periodicamente lo zucchero nel sangue durante la sua vita..

Per confermare la diagnosi, è necessaria una determinazione obbligatoria dell'emoglobina glicata. Questo indicatore mostra la dinamica della glicemia per diversi mesi. Attualmente, gli esperti di molti paesi utilizzano questo indicatore per verificare le diagnosi stabilite del diabete. Normalmente, l'indicazione dell'emoglobina glicata non deve superare il 6,5%.

Tali test combinati sono obbligatori per tutte le gestanti che sono ad alto rischio di sviluppare il diabete. Durante l'intero periodo di gravidanza, questi studi possono essere effettuati più volte. Ciò consente di ottenere risultati più precisi. Dopo la nascita, vengono determinati anche i livelli di emoglobina glicata e vengono valutati i livelli di glicemia periferica..

Se gli indicatori tornano alla normalità, la diagnosi di diabete è esclusa.

Se la mamma fa parte di un gruppo ad alto rischio per la possibilità di iperglicemia, uno studio con carico di zucchero dovrebbe essere condotto a 24-28 settimane di gestazione. Uno studio in questi termini è il miglior screening per il diabete. Nella tarda gravidanza, rilevare anomalie è molto più difficile e più pericoloso per il feto..

Se il test per la futura madre mostra un eccesso significativo rispetto agli indicatori normali, allora le verrà sicuramente prescritta una nutrizione medica speciale. Limita significativamente i carboidrati "veloci" nella dieta quotidiana. In questo caso è severamente vietato mangiare muffin, dolci e cioccolato a una donna incinta.

I frutti sani possono essere un'alternativa a tali carboidrati pericolosi. Tuttavia, va ricordato che contengono anche una quantità abbastanza grande di fruttosio - zucchero naturale. Usali dovrebbero essere dosati.

Bevande dolci gassate e succhi confezionati dalla dieta quotidiana della futura mamma, che ha segni di diabete gestazionale, sono completamente esclusi. Le migliori bevande in questo caso saranno acqua naturale, composte non zuccherate e bevande alla frutta, preparate a casa da frutta o bacche.

L'intero successivo periodo di gravidanza della futura mamma, che ha segni di diabete gestazionale, procede sotto la supervisione obbligatoria di un endocrinologo. Per identificare la dinamica dello sviluppo della malattia in una donna incinta, il sangue viene prelevato più volte per determinare il livello di zucchero in essa.

La nomina di farmaci che riducono lo zucchero in questo caso, di regola, non viene effettuata. Tali farmaci sono di solito prescritti per il decorso grave e scarsamente controllato di questa condizione patologica..

Oh, come fare un test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza, guarda il prossimo video.